Gli artigiani della West Coast Smalls14
Chi è online?
In totale ci sono 0 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

Guarda la lista completa

Statistiche
Abbiamo 610 membri registratiL'ultimo utente registrato è enrico maggiI nostri utenti hanno pubblicato un totale di 5788 messaggiin 601 argomenti
Migliori postatori
1208 Messaggi - 35%
660 Messaggi - 19%
294 Messaggi - 8%
270 Messaggi - 8%
257 Messaggi - 7%
250 Messaggi - 7%
200 Messaggi - 6%
184 Messaggi - 5%
84 Messaggi - 2%
83 Messaggi - 2%

Condividi
Andare in basso
rferrinid
rferrinid
Vice Amministratore
Vice Amministratore
Data d'iscrizione : 29.01.15
Età : 56
Località : Roma
Occupazione/Hobby : papà musicofilo
Gatto
Impianto : rega brio-r,Dynaudio DM 2/7 , Marantz cd6004 ,Teac T-H300 MKIII, Alessandro MS1 , Beyerdynamic DT990 PRO , Akg K550, Koss Porta PRO, Docet 10/D

Gli artigiani della West Coast Empty Gli artigiani della West Coast

il Mar 24 Feb - 10:46
Sto parlando degli Steely Dan , gruppo americano , ancora in auge seppur con una lievissima flessione della vena creativa (mie opinioni personali) ; sono stati e restano un riferimento di un genere musicale personalissimo , che unisce jazz, rock , funk , rhythm and blues .
I fondatori , Donald Fagen e Walter Becker , più che musicisti , sono degli artigiani della musica ; le loro composizioni hanno una raffinatezza di melodie ed arrangiamenti che sembrano vestiti sartoriali fatti su misura .
Molti aneddoti circondano questi due musicisti , Fagen sopratutto , noto per essere un musicista 'colto' a tal punto che circolano battute sul suo modo di parlare che , senza la traduzione di Becker , non si può capire per quanto elevate siano le sue dissertazioni. Per non parlare della maniacalità nella ricerca della perfezione in fase di registrazione e delle ripetute sessioni a cui sottopongono session man (che poi non sono proprio gli ultimi arrivati) ; vi basti sapere che l'album Gaucho ha richiesto 41 musicisti e ben 11 ingegneri del suono !
In verità è nota l'influenza del poeta della beat generation William S. Burroughs sui due musicisti , dal nome dato al gruppo (Steely dan è citato nel 'Pasto Nudo') fino alle visioni trasposte nelle copertine dei loro album.
Ma non pensiate che stiamo parlando di musica troppo colta o troppo impegnativa...anzi : leggerezza e fitta trama di melodie ed arrangiamenti , la loro musica è una vera esplosione di note , è solare e mai noiosa nè ripetitiva.
Consiglio vivamente di cimentarsi nell'ascolto , per un primo approccio i lavori Gaucho e Aja (con un bellissimo contributo di Wayne Shorter nel brano omonimo).




______________
Roberto
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum